San Vito Lo Capo e Santa Marina Salina tra i mari più belli d’Italia

San Vito Lo Capo e Santa Marina Salina tra i mari più belli d’Italia

Ci sono San Vito Lo Capo e Santa Marina Salina, nel messinese, tra le località presenti nella speciale classifica dei “Mari più belli d’Italia”.

Un riconoscimento importante e certamente un motivo d’orgoglio rileggere la guida de “Il Mare più bello” di Legambiente e Touring Club e ritrovare ben alta e splendente la bandiera delle località siciliane.

Cinque vele sono andate come riconoscimento a quelle località che sono riuscite ad offrire vacanze da sogno e di qualità, grazie alla gestione sostenibile di un territorio d’eccellenza, alla salvaguardia del paesaggio, ai servizi offerti nel pieno rispetto dell’ambiente e all’enogastronomia di alto livello.

Quest’anno sono 14 le località marine e sette quelle lacustri dove sventola il prestigioso riconoscimento.

Mare

Le 5 vele vanno a Castiglione della Pescaia (Gr), Pollica-Acciaroli-Pioppi (Sa), Posada (Nu), Ostuni (Br), San Vito Lo Capo (Tp), Vernazza (Sp), Otranto (Le), Melendugno (Le), Baunei (Og), Bosa (Or), Maratea (Pz). New entry 2014 sono Domus De Maria (Ca) e Roccella Jonica (Rc). Per le isole minori, il prestigioso riconoscimento va a Santa Marina Salina (Me).

Laghi

Le 5 vele vanno a Molveno (Tn), Appiano sulla strada del vino (Bz) e Fie’ allo Sciliar (Bz). New entry del 2014 e’ Avigliana (To) sul lago di Avigliana Grande, in Piemonte. A seguire Tuoro del Trasimeno (Pg) sull’omonimo lago, Massa Marittima (Gr) in Toscana sul lago dell’Accesa, Bellagio (Co) sul lago di Como.

“Grande soddisfazione per i due comuni, San Vito Lo Capo e Santa Marina di Salina, che da anni si confermano ai vertici della classifica della Guida Blu”. Lo dichiara Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambiente Sicilia.

“Infatti, – continua – se raggiungere la vetta è complicato, lo è ancor di più mantenerla negli anni. E’ il segno di una idea evoluta di sviluppo. A San Vito e a Santa Marina di Salina hanno compreso che tutelare l’ambiente e’ il modo piu’ efficace per migliorare l’offerta turistica, ma anche la qualita’ della vita dei propri cittadini. Speriamo che questa idea possa davvero servire come esempio per i troppi comuni turistici siciliani che puntano ancora su un’idea vecchia e superata di sviluppo turistico”.

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *