Sarà Palermo la capitale italiana della cultura del 2018. A comunicarlo al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, nella giornata di ieri è stato Stefano Baia Curioni, presidente della Commissione incaricata. Voto unanime.

Le Finaliste

Le dieci finaliste erano (in stretto ordine alfabetico): Alghero, Aquileia, Comacchio, Ercolano, Erice, Montebelluna, Palermo, Recanati, Settimo Torinese e Trento.

La lista iniziale era composta da 24 città.

Le precedenti Capitali della Cultura

Pistoia è la capitale della cultura per quest’anno da poco iniziato, il 2017. Mantova lo è stata nel 2016.

Palermo, capitale della Cultura 2018

Alla vincitrice andranno 1 milione di euro stanziati dal Mibact per realizzare il progetto presentato. I benefici si estenderanno anche al bilancio del Comune, perchè i fondi investiti saranno esclusi dal vincolo del patto di stabilità. Una bella notizia, insomma, per una città tra le più importanti del Mediterraneo eppure tra le più bisognose di interventi e piani di crescita sia culturali che economici e sociali.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando

“Quell’anno la nostra città sarà di fatto una capitale dell’arte contemporanea e la possibilità di abbinare le attività con quelle di Capitale italiana della Cultura rappresenta una grande opportunità non solo per Palermo ma per tutto il nostro paese. La Capitale italiana potrà diventare un palcoscenico facendo di quello che sarebbe un evento nazionale, un grande evento internazionale. La visibilità internazionale data da Manifesta sarà uno straordinario strumento per venire incontro alla volontà del Governo nazionale di diffondere il valore della cultura come volano per la coesione sociale, l’integrazione e lo sviluppo.”